I sintomi dell'ipertensione

L'ipertensione arteriosa è una condizione molto diffusa nei Paesi industrializzati come l’Italia, poiché anche se non cause dirette certe abitudini tipiche di queste zone sono da considerarsi dei fattori di rischio. Stiamo parlando del fumo, dell’abuso di bevande alcoliche e di sostanze stupefacenti, della sedentarietà, dello stress, dell’obesità e dell’alimentazione ricca di grassi e zuccheri; tutti elementi che influiscono negativamente sul corretto funzionamento del cuore e del sistema circolatorio del nostro corpo.

I sintomi dell’ipertensione arteriosa possono non comparire per molto tempo, con il conseguente rischio di continuare a seguire queste “cattive abitudini”, arrivando a ben più gravi problemi.

Sintomi Ipertensione ArteriosaLa pressione arteriosa si alza quando il sangue trova della resistenza nelle arterie, come placche o ostruzioni sulle pareti, e necessità di uno sforzo maggiore per procedere il regolarmente il suo flusso. Ma l’ipertensione arteriosa, che consiste nell’avere costantemente alta la pressione, si manifesta anche per alcuna causa apparente (questo accade per circa il 90% dei casi) o come conseguenza ad alcuni fattori come altre patologie renali o endocrine.

Con l’ipertensione arteriosa ci si può convivere, ma bisogna stare molto attenti e prendere le giuste cautele per non correre il rischio di arrivare a patologie più gravi, come l’infarto, l’ictus celebrale, la cardiopatie, insufficienza renale, aneurismi

Il problema è che molte persone non sanno di essere ipertesi, di conseguenza è difficile intervenire per tempo per evitare di aggravare la situazione. I sintomi dell’ipertensione arteriosa possono manifestarsi, ma anche essere latenti, inoltre alcuni sono comuni ad altre patologie e quindi tendiamo a non rivolger loro particolare attenzione.

I sintomi dell’ipertensione arteriosa più comuni sono i mal di testa, la perdita di sangue dal naso, l’acufene (ronzii alle orecchie), vertigini, dolori al petto, riduzione della quantità di urine, perdita dell’attenzione…
Questi disturbi sono normalmente provocati da danni indotti dall’ipertensione ad alcuni organi sensibili (reni, cuore e cervello).

Visto che comunque i sintomi dell’ipertensione arteriosa possono anche non comparire in tempo per una diagnosi tempestiva, è comunque sempre bene sottoporsi a visite cliniche per misurare la pressione periodicamente.